15Mar/18
Casa Teresa Lampedusa

Casa Teresa – Un Tuffo nel Passato!

Casa Teresa – Un “tuffo” nel passato!

Lampedusa, 15 – Mar – 2018!

Casa Teresa a Lampedusa

Esterno di Casa Teresa

Il Dammuso di Casa Teresa a Lampedusa, la costruzione a volta più antica, caratteristica e meglio conservata nel tempo del suolo lampedusano. Si integra perfettamente all’ambiente che la circonda. Dopo il restauro completo nel 2006, oggi, è un aerea museale che racconta lo stile di vita dei primi coloni di Lampedusa!
Andiamo ad approfondire nel dettaglio la costruzione e i luoghi circostanti !

La struttura

La struttura risale al 1870 circa, ed è un complesso architettonico-produttivo composto da sei vani di medie dimensioni prevalentemente adibiti ad attività agro-pastorale.
La costruzione è di probabile fondazione araba, ne è d’esempio la prima aerea, dove è presente il sistema idrico della raccolta dell’acqua.
Molte attività all’interno dell’aerea si svolgevano nel “passiaturi” chiuso su tre lati da tre sedili in pietra detti bisoli e la parete laterale del dammuso stesso detta ‘a pinnata.
Il passiaturu delimita le aeree principali, la pagghiarola e il macasenu (magazzino), dove venivano conservate le riserve alimentari, unitamente alla cammara deposito dove i contadini alloggiavano e depositavano gli attrezzi.
Dunque la cammara era la la struttura abitativa vera e propria. L’arredamento della cammara era povero e di mobili e gli oggetti venivano appoggiati in nicchie ricavate dalle pareti. Nel soffitto erano presenti dei ganci che servivano a sostenere le funi che a loro volta sorreggevano in orizzontale delle tavole chiamate cannizze, dove veniva risposto pane e formaggio.
Di fronte l’ingresso, è presente una pietra rotonda murata che fungeva da piccola macina della mulineddro.
La copertura, prima del restauro, era realizzata in legno e paglia ed assumeva la cosiddetta forma a capanna.

Il Restauro Arboreo

Il Restauro Arboreo degli spazi circostanti a Casa Teresa tiene contro della natura dell’isola e della necessità di ampliare l’aerea museale di Casa Teresa.
Il progetto di “Recupero Arboreo” vuole rappresentare un esempio di recupero della memoria paesaggistica dell’isola che spesso in molte vicende passate è stata persa.
Il progetto si è basato sull’attivazione di interventi volti al recupero del patrimonio arboreo esistente e alla ri-naturalizzazione di nuove aeree con specie autoctone, o simili, presenti nel passato nell’aerea circostante il Dammuso di Casa Teresa a Lampedusa

Di seguito una Galleria Fotografica che rappresenta Casa Teresa e l’aerea circostante ›

26Feb/18
Lampedusa Storia

C’era una Volta Lampedusa

C’era una Volta Lampedusa…

Lampedusa, 26 – Feb – 2018!

Cari lettori, con questo breve ed intendo videoclip di 5 minuti realizzato da Libera Espressione (canale Youtube Libera Espressione),  vogliamo raccontarvi e mostrarvi la Lampedusa che non c’è più, la Lampedusa di una volta.
Come si osserva dai videoclip, la vita sull’isola non era per niente facile, si viveva di poca agricoltura e pesca, non c’erano mezzi di trasporto, l’elettricità arrivava solo in poche abitazioni e molto altre problematiche che un’isola è costretta ad affrontare!

Per approfondimenti sulla Storia di Lampedusa potete leggerla QUI!

Lampedusa era Bella un tempo, è Splendida oggi, sarà Magnifica domani!

19Feb/18
balene a lampedusa

Aspettando le Balene

Aspettando le Balene

Lampedusa, 19 – Feb – 18

Eccoci, da giorni cerchiamo di richiamare con il loro “canto” i Giganti del Mare, le Balene!  Anche quest’anno, sono attese nel famigerato periodo tra il mese di Febbraio ed il mese di Aprile, dove sono solite avvicinarsi alle coste dell’isola di Lampedusa per, prima nutrirsi di krill, proliferato dalla favorevole temperatura marina e poi per dirigersi verso il famoso Santuario per Mammiferi Marini denominato Pelagos.
Il nome scientifico della specie che migra avvicinandosi alle coste della nostra isola lampedusana è la Balaenoptera Physalus, più comunemente chiamata con il nome di Balenottera Comune. Questa specie può raggiungere i 26 metri di lunghezza e i 70.000 kg di peso.
Esse si muovono sempre in piccoli gruppi e la loro presenza nelle nostre acque è legata alla temperatura del mare. La Balenottera Comune, così come altre specie di Balene, si nutre principalmente, come accennato in precedenza, di plancton e krill, oltre ad altri piccoli pesci.

Noi speriamo in questi giorni che le Balenottere, anche quest’anno, ci regalano piacevoli momenti da ricordare e condividere con voi amanti di Lampedusa!

16Feb/18
The Bridge Lampedusa calcio

The Bridge Stadium | Il nuovo Stadio di Lampedusa

Lampedusa, 16-Feb-2018!
Buonasera, è finalmente giunto l’atteso momento!
Finalmente, dopo una lunga attesa per la realizzazione da parte della B Solidale, i ragazzi della GSD Lampedusa tornano a giocare fra le mura amiche!
Domenica, ore 14:00, si disputerà l’incontro valido per la 12′ giornata del campionato di Terza Categoria Sicilia fra la GSD Lampedusa Calcio  e la Virtus Athena.
Per gli appassionate di calcio e sport, annunceremo il risultato finale sulla nostra pagina facebook! Continuate a seguirci in numerosi!
12Feb/18
i giochi di una volta lampedusa

I Giochi di una volta

Lampedusa ed i Giochi di una Volta

Lampedusa, 12-Feb-2018 | Lampedusa ed i Giochi di una volta

Le telecamere di Libera Espressione (Canale Youtube), con queste meravigliose scene, regalano uno splendido tuffo nel passato ai più grandi e degli ottimi esempi agli isolani più giovani.
Per chi invece vive fuori dal contesto lampedusano, queste emozionanti riprese, suscitano curiosità e spensieratezza nei loro pensieri.

Diciamoci la verità, chi non ha mai giocato ad un, due, tre stella o alle caselle ???
I famosissimi giochi che hanno accompagnato la gioventù di molte generazioni e che oggi sono scomparsi, forse per l’avvento della tecnologia.

Nel breve ma intenso filmato vengono presentati, con il racconto di Stefano Billeci, i giochi più giocati, scusate il gioco di parole, dai bambini lampedusani nel passato.
Adiamo a scoprirli ›

Un gioco molto popolare era U Scannè, ci racconta Stefano, per giocarci bastava avere un piccolo legnetto appuntito in entrambe le parti, una paletta in legno ed un piccolo sasso. Lo scopo del gioco era quello di colpire la il legnetto appuntito con la paletta e lanciarlo il più lontano possibile, più lo lanciavi lontano, più punti accumulava la tua squadra. Si vinceva con 500 punti, ma se si superavano con l’ultimo tiro, facevi palazzo, ed a vincere era la squadra avversaria.
A quanto pare, ad introdurre questo grazioso gioco a Lampedusa, furono i soldati inglesi, prendendo spunto dal cricket.

Altri giochi diffusi, oggi persi nel tempo, erano Luna e Monti, Vide ca ti Vegno, All’Osso All’Osso, Parmu e Pigato, A Strummula (Trottola), Spizzingulo ecc…

Luna e Monti consisteva nel saltare la schiena di un ragazzo, recitando una poesia, il primo che sbaglia qualche verso, dava il cambio al ragazzo inginocchiato.

Allo Spizzingulo, invece, si giocava con i soldi, praticamente non era altro che una bisca da marciapiede. Si posizionava una pietra ad una certa distanza ed con una monetina si cercava di avvicinarsi il più possibile alla pietra, il migliore vinceva il gioco.

Molti di questi giochi oggi sono scomparsi e resta solamente il ricordo negli occhi di chi li ha vissuti!

09Feb/18
claudio baglioni sanremo 2018

Lampedusa e Sanremo 2018

Lampedusa e Sanremo 2018

Lampedusa e Sanremo 2018

Lampedusa, 09-Feb-2018 | Lampedusa e Sanremo 2018

Fra la nostra piccola isola al centro del Mediterraneo, Lampedusa, e il festival di Sanremo 2018, una delle più note manifestazioni canore che ha ospitato i più grandi artisti italiani, sorge un legame “speciale”!

A condurre la sessantottesima edizione del festival è Claudio Baglioni, cittadino onorario di Lampedusa!
Molti di voi sanno già che Claudio Baglioni spesso trascorre le sue vacanze estive nella sua dimora sita in Cala Creta e che sull’isola ha svolto per 10 anni consecutivi, sulla Spiaggia della Guitgia, dal 2003 al 2011, la manifestazione di musica leggera O’Scia ed altre due manifestazioni, Lampedusa Susiti nel 2011 e Noi Qui nel 2017.

Altro legame fra la sessantottesima edizione del festival di Sanremo e Lampedusa riguarda il gruppo musicale “Lo Stato Sociale”, in attivo dal 2009, in gara con la canzone “Una Vita in Vacanza”.
Pochi di voi sanno che il noto gruppo musicale ha girato per intero il videoclip della canzone “Socialismo Tropicale” a Lampedusa nel Settembre della scorsa estate 2017.

Dal canale Youtube LoStatoSocialeVEVO ›

30Dic/17
polpettine di triglia

Polpettine di Triglia

Polpettine di Triglia

polpettine di triglia

Le Polpette di Triglia possono essere realizzate in piccole dimensioni saranno ottime da servire come antipasto, calde o tiepide, oppure nelle dimensioni di una classica polpetta da servire come secondo piatto.

Le Polpette di Triglia possono essere cucinate sia fritte sia al forno!

06Dic/17
Lampedusa Isola dei Conigli natale

Natale sotto il Sole

Lampedusa, 06 Dic 2017 – Natale sotto il Sole

Natale sotto il Sole!

25 Dicembre, Lampedusa. Una passeggiata in riva alla Spiaggia della Guitgia o addirittura alla Spiaggia dei Conigli, gustandosi il panorama contornato dalle acque cristalline ed il profumo che ci regala il mare. Puoi “perderti” fra i sentieri che attraversano la Riserva Naturale “Isole Pelagie”, come per esempio, il sentiero che giunge a Cala Pulcino. O più semplicemente ci si può tranquillamente sdraiarsi al Sole in riva al mare. Esatto. Al Sole! Non avete capito male, qui a Lampedusa, quello non manca mai.. o quasi!

Per gli amanti del cibo e della cucina non mancano le tradizioni. Si può iniziare la serata con una cena a base di frutti di mare locali per poi proseguire con il veglione in qualche ristorante.

A poche ore di aereo dalle principali città italiane, a Lampedusa ti aspetta un clima invidiabile in tutto il Mondo.

Così è il Natale a Lampedusa, caldo e come piace a te!

01Dic/17
calamari all'arancia

Insalata di Calamari all’Arancia

Insalata Calamari All’Arancia

calamari all'arancia

L’insalata di calamari all’arancia è un piatto estivo e freschissimo e facile da preparare.
Un delizioso e sfizioso antipasto di mare, che apre perfettamente ogni cena a base di pesce.
L’insalata di calamari, classico della cucina italiana,  preparata in questa versione con l’aggiunta dal sapore aggrumato delle arance siciliane, non mancherà di lasciare soddisfatti voi e amici che avete invitato a cena!